Storia

La storia dei Somaschi inizia 500 anni fa con San Girolamo Emiliani e parte da Somasca, un piccolo paese della provincia di Lecco.
Da qui deriva il nostro nome.

1486

NASCita di SAN GIROLAMO

Nasce a Venezia San Girolamo Miani, figlio di patrizi. Da giovane si mette al servizio della Repubblica di San Marco. Colpito dalla condizione dei poveri durante la peste del 1528, dedica tutta la sua vita al loro servizio. Muore a Somasca l’8 febbraio 1537. Dal 1928 è Patrono universale degli orfani e della gioventù abbandonata.

1532

COMPAGNIA DEI SERVI DEI POVERI

Girolamo fonda la Compagnia dei servi dei poveri con l’intento di dedicarsi ai disagi sociali trascurati dalla società civile: orfani, prostitute e malati terminali. Il metodo educativo, innovativo per il tempo, si basa su piccole comunità di accoglienza, imperniate sull’educazione al lavoro, alla carità e alla devozione.

1568

ORDINE DEI PADRI SOMASCHI

La Compagnia dei servi dei poveri viene elevata a Ordine dei Chierici Regolari di Somasca da papa Pio V.
L’ordine continua il carisma del Fondatore, aprendosi al ministero pastorale e all’istruzione della gioventù negli orfanotrofi, nei collegi, nei seminari.

1956-7

PROVINCE LOMBARDA E LIGURE-PIEMONTESE

Nascono la Provincia Lombarda e la Provincia Ligure-Piemontese dell’Ordine dei Chierici Regolari Somaschi, enti giuridici che accorpano le attività dell’area lombardo-veneta e ligure-piemontese.

1978

OPERE RIVOLTE A NUOVE FORME DI DISAGIO

Accanto alle opere rivolte ai minori si sviluppano attività relative alle nuove forme di povertà: dipendenze, mamma-bambino, vittime di tratta, uomini soli, rom, terminalità.

2011

FONDAZIONE SOMASCHI ONLUS

La Fondazione Somaschi Onlus accorpa le opere sociali e assistenziali della Provincia Lombardo-Veneta e Ligure-Piemontese, raccogliendo l’eredità somasca e traducendola in nuove realtà, attraverso la collaborazione di religiosi e laici che lavorano insieme con passione e professionalità.